Little Club vs Canaletto 4-1: dal Secolo XIX

CANARINI IN RETE SU RIGORE AL 93’

Il poker del Little stende il Canaletto la gara si infiamma nel secondo tempo
Nella ripresa entra Di Somma e i rossoblù cambiano marcia

Cliccare qui per visualizzare la pagina del Secolo XIX

LITTLECLUB  4 50’ MONTICONE, 76’ GRASSI, 85’ DI SOMMA, 94’ ALY L.

CANALETTO 1 93’ (RIG.) GIANNINI

LITTLECLUB:Lorusso,Nacci, Trocino,Grisaffi, Beninati (50’ Di Somma), Allegretti, Aly M.,DeMattei (75’ Musicò), Grassi (80’ Guzzo), Monticone, L. Aly. All. Baldi.

CANALETTO: Perotto, Ceradelli (60’ Cafà), Bellini (50’ Miccoli), Panarelli (50’ Angella), Boggio, Bellavigna, Fazio, Sanguinetti, Giannini, Papocchia, Volpi. All. Caroli.

ARBITRO: D’Amicodi Imperia.

GENOVA. Era un’occasione davvero troppo ghiotta per il Little Club per lasciarsela sfuggire e lasquadra di mister Baldi l’ha colta al volo, interpretando al meglio una gara non certo facile e compiendo un piccolo ma significativo passo in avanti in classifica in direzione della sospirata salvezza. Il primo tempo offre poche emozioni, i locali giocano meglio esprimendo un buon fraseggio ma anche “poco peso” in fase offensiva. Arendersi maggiormente pericolosi infatti sono gli ospiti che in contropiede impegnano più volte Lorusso, che però si disimpegna benecompiendo almeno un paio di ottime parate, aiutato anche da Trocino, sempre prezioso in fase di chiusura. Nella ripresa De Mattei sale in cattedra, entra anche Di Somma e insieme a lui cresce tutta la squadra di casa che dopo pochi minuti dal rientro in campo passa in vantaggio con Monticone, bravo a vincere un contrasto ead infilare dal limite, con un colpo di precisione, l’angolino opposto con un delizioso interno destro a girare dopo assist di Di Somma. Il raddoppio per il Little Club lo firma alla mezz’ora l’ottimo Grassi che dopo qualche occasione fallita di un soffio, di testa giraarete il bel suggerimento del solito Di Somma. A questo punto Baldi toglie saggiamente dal campo i diffidati e Di Somma poco dopo realizza alla sua maniera: dribbling secco ed elegante e tiro preciso nell’angolino a superare il portiere. Il Canaletto trova la rete della bandiera con Giannini che trasforma un (dubbio) penalty e proprio allo scadere subisce la quarta rete da Luca Aly, che smarcato ancora da Di Somma, entra in area e batte Perotto in uscita.

FRANCESCO GUZZARDI