Un asilo sotto la Nord al Little Club

Riportiamo l’articolo dal Secolo XIX di domenica 10/1 con la presentazione dell’iniziativa che ci coinvolge in prima persona:

L’INIZIATIVA DEI TIFOSI ROSSOBLÙ  

Il Nido del Grifone un asilo nella Nord  

Ludoteca nei locali del Little Club per i figli di chi va in gradinata

di FRANCESCO GAMBARO

GENOVA. Ridare gli stadi alle famiglie e ai bambini, frase fin troppo abusata da chi nel calcio comanda. Provano a darle il miglior senso i tifosi del Genoa. Con un’iniziativa che finora non ha eguali nel panorama del pallone, presentata venerdì all’assemblea straordinaria dell’Associazione Club Genoani: all’inizio del prossimo campionato verrà inaugurato il “Nido del Grifone”, una ludoteca che ospiterà una ventina di bambini fino ai 4 anni, i cui genitori vanno in Gradinata Nord. «È un’idea che mi era venuta due anni fa – ha ricordato il presidente Acg Davide Traverso – Nei locali del Little Club sotto la Nord sarà allestito un asilo nido. I genitori potranno lasciare i loro figli due ore prima che inizi la partita per venire a prenderli alla fine. Ci saranno persone specializzate in grado di prendersi cura dei bambini mentre gioca il Genoa». Bimbi custoditi sotto al cuore pulsante del tifo rossoblù, un’ennesima attività sociale dell’Acg che si aggiunge alla Genoa Academy coordinata dai Figgi do Zena, scuola di tifo per ragazzi già più grandi. Proposta innovativa, diversa da altre esperienze. Come quella di Chiavari, dove l’Entellaha creato nella zona dei Distinti del Comunale un’area ricreativa all’aperto per i piccoli. Ottima iniziativa, voluta dalla società. Come hanno fatto club esteri che sono ben più avanzati nell’ambito dell’accoglienza rispetto all’Italia. Vedi la Volkswagen Arena del Wolfsburg, stadio dove c’è un kindergarten con scivoli, lavagna e giochi. E in Germania è sempre all’avanguardia il St. Pauli, squadra del popolo in prima fila nella lotta alla discriminazione di ogni genere, che al Millerntor –  Stadion ha aperto l’asilo “Nido dei  Pirati”: ogni giorno provvede alla cura dei bambini da zero a 6 anni, anche nei weekend e nel giorno delle gare interne. Genitori sugli spalti, bambini nella nursery “pirata”, come nell’idea per il Ferraris. Manel caso rossoblù si tratta di iniziativa dei tifosi. Precedente recente a Bologna, dove il gruppo Forever Ultras gestisce uno spazio per bambini, dai 3 ai 14 anni, nell’ex bocciofila ribattezzata “A Skeggia” vicino al Dall’Ara. Progetto nato dopo scontri fra sostenitori di Bologna e Spezia che avvennero proprio in un’area giochi per i più piccoli. Qui, l’asilo ultrà è aperto solo prima delle partite, per genitori e figli insieme. A Marassi, sarà aperto durante le gare del Genoa. Perciò è unico, il Nido del Grifone.